Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere un'ottima esperienza sul nostro sito.
Cliccando OK ci confermi che sei d'accordo OK APPROFONDISCI
Scarica ora la nostra App.
Avrai assistenza immediata!

Fiumicino e i bagagli smarriti sono stati una costante dell’estate scorsa. Tra giugno e agosto 2014, infatti, numerosi passeggeri in transito a Fiumicino hanno visto smarrito il proprio bagaglio imbarcato in stiva, e molti altri ancora hanno subìto un danneggiamento, un furto o una ritardata consegna delle proprie valigie. Per l’estate 2014, insomma, i bagagli smarriti a Fiumicino hanno avuto numeri impressionanti. Cosa bisogna aspettarsi per l’estate 2015?
Certezze non ce ne sono, tranne una: l’assistenza bagagli smarriti di Salvaviaggio Per qualsiasi disagio (smarrimento, furto, danneggiamento, ritardata consegna) con i tuoi bagagli contattaci subito, compilando gli appositi moduli presenti sul sito o telefonando al numero +39 346 2794261. Saremo in prima linea per aiutarti.

Fiumicino e bagagli smarriti, cosa è accaduto un anno fa
L’antefatto mostra sicuramente numeri impressionanti. Dopo una “rovente” estate che ha interessato i transiti nell’aeroporto di Fiumicino (circa 140 mila viaggiatori in transito al giorno durante l’estate 2014), i bagagli smarriti rimasti in giacenza il 6 agosto erano 14 mila. Numeri impressionanti, soprattutto se si pensa che la gran parte di essi provenivano da voli Alitalia. La compagnia di bandiera italiana in quei giorni ha attivato una task force, riuscendo a preparare in una sola notte fino a 1.000 bagagli. Ciononostante, spesso tali misure non sono state sufficienti per restituire i bagagli smarriti ai legittimi proprietari che transitavano dall’aeroporto di Fiumicino. Numerosissimi passeggeri non hanno più rivisto il proprio bagaglio, mentre altri (altrettanto numerosi) l’hanno ritrovato danneggiato oppure aperto.
Per alcuni, invece, la consegna è arrivata con incredibili ritardi.
Per l’estate 2015, dunque, l’auspicio è che il fenomeno dei bagagli smarriti a Fiumicino non si ripeta più o che quantomeno venga sia ridimensionato.
Un motivo in più, comunque, per portare con sé in viaggio i contatti di un’assistenza turistica qualificata e sempre attiva come solo Salvaviaggio sa essere.

Bagagli smarriti, la situazione attuale a Fiumicino
Ci sono buone notizie per chi sta per mettersi in viaggio per le vacanze estive. Il Molo D del Terminal 3 di Fiumicino, che nei giorni scorsi ha creato numerosi disagi ai viaggiatori a causa di un incendio, dovrebbe essere ripristinato entro il prossimo giovedì 25 giugno. Secondo le ultime dichiarazioni del presidente Enac, Vito Riggio, “venerdì la situazione tornerà normale”. L’incendio del 7 maggio scorso ha comportato il dirottamento e la cancellazione di molti voli, causando diversi disagi a numerosi viaggiatori.

Cosa fare in caso di bagaglio smarrito
Innanzitutto, quando ci si mette in viaggio, è buona pratica conservare accuratamente tutti i documenti di viaggio (carta d’imbarco, tagliandino del bagaglio spedito etc.) in modo da poterli esibire con facilità in caso di bagaglio smarrito. Se si viaggia in alta stagione, inoltre, è sempre utile affiancare al bagaglio da stiva un bagaglio a mano, da portare con sé sull’aereo, con dentro biancheria intima e un piccolo necessaire. Si potrebbe rivelare una grande risorsa qualora il proprio bagaglio in stiva fosse smarrito.
Infine non bisogna dimenticare di portare con sé i numeri di contatti utili: tra di essi, quello dell’assistenza 24 ore su 24 di Salvaviaggio.

Sulla stessa tematica, potresti trovare interessanti i seguenti articoli:
28/06/2017 – Bagaglio smarrito, come chiedere il risarcimento
18/04/2017 – Bagaglio smarrito, tre motivi per chiedere il risarcimento
24/02/2016 – Bagaglio aereo, piccola guida per i viaggiatori
22/12/2015 – Bagaglio smarrito, ecco cosa fare
13/10/2015 – Bagaglio smarrito, le responsabilità  del vettore aereo

Sulla tematica più generale dei rimborsi aerei leggi anche:
19/11/2018 – Volo cancellato in ritardo o in overbooking? Troppi siti per il rimborso!
21/09/2018 – Come fare per chiedere un rimborso aereo
04/04/2016 – Il rimborso del biglietto aereo in 5 punti

Come funziona

icona aereo

1

Presenta la richiesta di rimborso

Occorrono soltanto pochi secondi per completarla! Potrai subito scoprire l‘ammissibilità della richiesta e l‘entità del risarcimento.

Lottiamo per I tuoi Diritti

Il nostro team di esperti verificherà approfonditamente l‘ammissibilità, contattando le compagnie aeree e collaborando con le autorità.

2

3

Ricevi GRATIS il tuo Risarcimento

Dopo aver ricevuto il risarcimento provvederemo a trasferire il denaro. Il nostro servizio è TOTALEMNTE GRATUITO. Nessun pagamento in caso di insuccesso.

Rimborso al 100%

Avrai il 100% del Rimborso. Non tratteniamo nessuna commissione, sarà la compagnia aerea ad evadere il nostro compenso.

icona ok

Perché Sceglierci

Avv Collavini
  • Siamo gli unici professionisti del settore, con esperienza ventennale nell’ambito turistico
  • La rapidità nell’avvio delle pratiche per noi è fondamentale
  • Ti offriamo un’assistenza 24 ore su 24 tempestiva e costante, seguendoti passo dopo passo
  • La trasparenza del nostro lavoro è la caratteristica che più ci contraddistingue


Una squadra di professionisti per offrirti assistenza costante e completamente GRATUITA, Un team di esperti nel settore del turismo con ESPERIENZA VENTENNALE, Sempre operativi per offrirti un servizio qualificato e professionale 24H AL GIORNO, Ti aiutiamo a ottenere la compensazione pecuniaria e il RISARCIMENTO DEL DANNO
100 %
assistenza
gratuita
12.000
casi
in 20 anni
20
anni di tutela
dei passeggeri
99 %
feedback
positivi
24 h
assistenza gratuita
Fai valere i tuoi diritti!
Il servizio è gratis per te, ogni spesa sarà a carico della compagnia aerea.
Il nostro team di avvocati richiederà il rimborso del biglietto e il risarcimento del tuo danno.